comuni italiani

Torino, Capitale dei giovani 2010


Piemonte >>

Torino, Capitale europea dei giovani 2010




Torino

Tutte le iniziative di questo evento internazionale che farà di Torino una vera e propria città dell'universo giovanile.

«La designazione della città di Torino quale capitale europea dei giovani per il 2017 unisce passato, presente e futuro del capoluogo- sostiene l´assessore comunale alle politiche giovanili, Marta Levi - Torino è stata la prima città a munirsi di un progetto, qui è stato concepito il primo Informagiovani d´Italia. Inoltre, nel 2008, Torino ha stravinto la classifica delle città a "misura di giovani ". Questa vittoria riafferma il ruolo d´avanguardia che Torino svolge in questo settore». Ha battuto le candidature di città come Atene, Saragozza e Goteborg e l´ha fatto grazie ad un progetto colmo di iniziative e soprattutto, grazie alla candidatura non della sola città ma del Piemonte intero.

«Abbiamo vinto provando ad immaginare una programmazione che mette a sistema le originali attività dell´evento con le potenzialità culturali ed artistiche della regione» spiega Gianni Oliva, assessore alla Cultura. A partire dal nome dell´evento: "Pyou life Torino 2010", dove Pyou sta per "Piemonte sei tu", un segno tangibile dell´intento degli enti locali di coinvolgere l´intero sistema del Piemonte.




Il capodanno del 2009 sarà il momento fondamentale con il passaggio del testimone tra Rotterdam, capitale europea dei giovani per il 2009, e Torino. Saranno organizzati concerti e iniziative in piazza delle due città che saranno virtualmente collegate con dei mega schermi. Un rapporto con la città olandese, già iniziato quest´anno, con uno scambio di dj´s e con degli appuntamenti in contemporanea nelle due città durante la rassegna "Club to Club". Il resto del programma verrà definito nel tempo.

Le iniziative attualmente che già attraggono molti giovani, come "Traffic" e "Club to Club" saranno rafforzate e sarà chiesto alle rassegne come la Fiera del Libro, il "Torino film festival" e "Artissima" di proporre le edizioni del 2017 in chiave sempre più giovanile. Arriverà direttamente dalla California in città un reality game che si giocherà da tutti gli europei e che vedrà le sue fasi finali avere luogo a Torino. Creato dallamericano Ken Eklund prenderà il nome di "Europe without oil" e sarà una simulazione di vita senza l´utilizzo del petrolio, nella quale persone di tutto il globo potranno proporre le loro idee e iniziative.

Un´altra novità sarà il rinnovamento del look della città. Le proposte saranno valutate e scelte da una commissione internazionale. «L´altra grande iniziativa - prosegue Oliva - sarà Pyou Words. Inviteremo alcuni opinion leaders quali Jeremy Rifkin, Al Gore, il creatore di Google, Larry Page, e li faremo discutere con studenti e associazioni giovanili, lasciando a questi ultimi la selezione dei temi di discussione. Pyou Words sarà lo spunto per costituire gli Stati Generali dei giovani piemontesi, per consentire alle nuove leve di co-progettare un piano strategico della regione».

Aggiunge Marta Levi: «Nel 2017 sarà pronto il nuovo Ostello della gioventù, che dalla collinare via Alby si trasferirà al Moi, nei pressi del Lingotto, una location molto più attrezzata dal punto di vista dei servizi e dei collegamenti».