comuni italiani

Natale 2018 a Savona


Natale in Italia >> Natale in Liguria

Feste di Natale a Savona

Le seguenti pagine sono dedicate al Natale, la festa più bella dell'anno, il momento atteso da grandi e piccini, mamme e papà. Natale vuol dire amore, neve, regali, cartoline, disegni, decorazioni ed addobbi che si possono trovare in tutta Savona.



Natale 2012



Nel periodo natalizio vengono organizzate a Savona diverse feste e concerti, nei locali ma anche in famiglia, vi è infatti la voglia di stare insieme, trascorrere il tempo a cena mangiando il pandoro e il panettone, cercando di passare davvero un buon Natale, in attesa dell'arrivo di Babbo Natale a Savona.













Il ricordo della Tregua di Natale

TNei giorni che precedettero il Natale 1914 durante la Prima Guerra Mondiale nelle trincee del fronte occidentale avvennero una serie di episodi singolari che dettero luogo alla "tregua di Natale". I membri delle truppe tedesche e britanniche schierate sui lati opposti del fronte presero a scambiarsi auguri e canzoni. I tedeschi misero candele sul bordo delle loro trincee e su alcuni alberi nelle vicinanze iniziando poi a cantare alcune tipiche canzoni natalizie. Una di queste era Stille Nacht.

I britannici risposero iniziando a loro volta a cantare la traduzione di quella stessa canzone Silent Night e dopo poco tempo i soldati attraversarono la terra di nessuno per scambiare con la controparte piccoli doni. Un'eccezionale circostanza dettata dalla spontaneità di un sentimento di fratellanza universale più forte del rombo dei cannoni, tanto che i quartieri generali dei due eserciti vigilarono negli anni successivi affinché la fratellanza natalizia non si ripetesse.

Savona rievoca questo avvenimento nel suo centenario in piazza Mameli, la piazza che custodisce il Monumento ai Caduti dello scultore Luigi Venzano, realizzato proprio in memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale ma divenuto a tutti gli effetti ricordo dei caduti di tutte le guerre e monumento simbolo e messaggero di una cultura di Pace. Le giovani “Voci di Primavera”, coro di voci bianche dell'Accademia Musicale di Savona Ferrato Cilea nato all'interno del progetto "Giovani Stars" e dei Laboratori di Propedeutica Musicale tenuti da Carlo Chiddemi, canteranno, in occasione dei 21 rintocchi, Silent Night nel silenzio che la città di Savona ogni giorno dedica al ricordo.

Rievochiamo quindi, certamente, un avvenimento storico ma lo facciamo, come esplicito invito ad una spontanea riflessione verso quei sentimenti universali di pace che uniscono tutti gli uomini, anche quando indossano divise di colore differente.


Date: 19 dicembre







Il Confogu di Savona

La domenica che precede il Natale è il momento del Confögu: la città si ritrova attorno ad uno dei suoi riti più antichi, organizzato dalla associazione A Campanassa e dal Comune di Savona. Alle ore 10,00 partenza del Corteo storico dalla Torre del Brandale per raggiungere Piazza Sisto IV dove avverrà l'accensione del tradizionale Ceppo Augurale

Cunfögu 2017: torna l'antico e tradizionale rito propiziatorio organizzato dalla associazione A Campanassa e dal Comune di Savona. Anche quest'anno il corteo sarà composto dall'Associazione “A Campanassa” di Savona affiancato da gruppi storici “amici” provenienti da altre realtà regionali ed in particolare dal Gruppo Paleologi di Chivasso, dai Notabili di Cambiano, dalla Compagnia di Landolfo di Chieri, i Signori di Nus, il Gruppo Storico di Fenis, la Pro-loco di Orbassano, i Nobili di Occhieppo Torinese, la Centuria di Genova e dai rappresentanti dei Borghi Savonesi. Dopo l'arrivo in piazza dei gruppi storici, alle 11,00 ci sarà lo scambio di saluti e auguri tra il Sindaco Federico Berruti e il Presidente della Campanassa Carlo Cerva, seguito dal rogo del ceppo dal quale si traggono gli auspici per il futuro. Alle ore 11,15 la cerimonia proseguirà nella Sala Consiliare del Palazzo Civico dove ci sarà la consegna del riconoscimento “A Campanassa ringrassia”, dato ogni anno ad un savonese che si è particolarmente distinto, quest'anno dedicato a Giovanni Minuto. Verrà inoltre consegnato come è tradizione al Comune il grande vaso del Cunfögu 2017, dedicato quest'anno a Villa Zanelli in via Nizza, preziosa testimonianza del Liberty savonese. La realizzazione è della fornace ceramica Studio Ernan di Albisola Superiore. Le origini del Confuoco sono molte antiche e risalgono ai Saturnali di epoca romana. Le prime testimonianze storiche fanno risalire questa tradizione al terzo decennio del secolo XIV. A Genova era una manifestazione annuale durante la quale si offriva all'autorità cittadina un grosso tronco di un albero di alloro, coperto di rami. Il tronco era poi bruciato alla presenza della folla. Dalla direzione delle fiamme si traevano auspici per il futuro e i resti del tronco erano contesi tra i cittadini che gli attribuivano poteri taumaturgici. L'incarico di portare in città l'albero era attribuito ai rappresentanti delle valli del Polcevera e del Bisagno. La tradizione visse a Genova sino al 1796. Fu poi ripristinata dall'associazione genovese “A Compagna” ed oggi consiste nella consegna, da parte dei rappresentanti della società al Sindaco ed alle autorità, di un artistico piatto su cui sono posati rametti di olivo.

Anche a Savona il Confuoco si celebrò durante tutto il Medioevo. La sua caratteristica fu di una grande partecipazione popolare. Lo storico Verzellino ci informa che era in auge nel XIV secolo. Gli uomini del contado, la vigilia di Natale, portavano in dono al Podestà due confuochi - o regali - sopra appositi carri. Con la perdita dell'autonomia comunale, nel 1528, la cerimonia assunse soprattutto il significato di uno scambio di cortesie tra le autorità cittadine. La Società “A Campanassa”, custode del costume e delle tradizioni savonesi, deliberò nel 1932 di riportare in vita la cerimonia del Confuoco con le modalità ed il cerimoniale dell'epoca medioevale. La prima cerimonia si svolse il 24 dicembre 1933. Da allora, ogni anno, nell'ultima domenica che precede il Natale, un corteo si snoda dal Brandale sino alla piazza del Municipio.

Al termine della cerimonia nella Sala del Consiglio ci sarà all'interno dell'Atrio di Palazzo Civico un rinfresco offerto alla cittadinanza dalla Coop. Il Faggio.


Date: la domenica che precede il Natale

Fonte: https://www.comune.savona.it








Natale a Celle Ligure

Tanti saranno i regali offerti ai cittadini e agli ospiti: si comincerà durante il ponte dell'Immacolata con bagnanti, villeggianti, un tuffo nel passato immagini diapositive e ricordi, per una mostra storica, organizzata dal Comune di Celle Ligure e curata da Michele Manzi, per raccontare la nascita della vocazione turistica di Celle e ritornare in un mondo che non c'è più, ma di cui è importante conservare la memoria. Ad aprire e chiudere il calendario, ecco l'evergreen Celle in Bancarella, antiquariato, artigianato, brocante nel suggestivo Centro storico.

Ma la grande giornata sarà la domenica successiva, grazie ad Arriva Natale!!, una domenica di festa e solidarietà per riscoprire il vero significato del Natale. Il Centro storico ospiterà uno straordinario mercatino a tema natalizio, con stand di prodotti tipici in via Montegrappa e piazza Sisto IV, artigianato, idee regalo, decori di Natale, antiquariato e brocante in piazza del Popolo e via Boagno, artisti sul lungomare Colombo.

Ma per immergersi completamente nell'atmosfera natalizia, da non perdere le luminarie nel centro storico, in via Colla e in località Piani, arricchite dagli alberi stilizzati creati dall'Associazione Volontari Protezione Civile Tonino Mordeglia e il presepe luminoso sul promontorio dei Ferrari, che ogni anno si arricchisce di nuove figure.


Date: dal 08 dicembre 2018

Fonte: https://www.comune.celle.sv.it




 

 

NOTA BENE: Gli eventi pubblicati in questa pagina potrebbero aver subito delle variazioni, essere stati annullati o citati per errore: siete pregati di verificare attraverso i siti ufficiali o quelli istituzionali dei comuni l'effettivo svolgimento delle manifestazioni.