Rifugio Contrin


Rifugi Alpini in Italia >> Rifugi Alpini in Trentino

Rifugio Contrin sulla Marmolada


Tutte le informazioni sul Rifugio Contrin sulla Marmolada

Il 28 luglio 1897, nell’alta Val Contrin, ai piedi della Marmolada, veniva inaugurata la “ContrinHaus”, in rifugio alpino, bello e robusto, voluto dalla sezione di Norimberga del “D.u.O. Alpenverain”.

Distrutto il 6 settembre 1915 dagli alpini, con alcuni ben assestati colpi d’artiglieria, il rifugio venne riedificato, più ampio e solido, e reinaugurato il 15 luglio 1923.



Rifugio Contrin sulla Marmolada



A costruirlo furono gli alpini in congedo dell’Associazione Nazionale Alpini (A.N.A.), che lo avevano ricevuto in donazione, nel 1921, dalla Societa’ degli Alpinisti Tridentini (S.A.T.) di Trento.

Il rifugio venne arricchito nel 1929, con un nuovo edificio (intitolato alla M.O. Ten. Efrem Reatto) e nobiliato, poco dopo, con una graziosae ed elegante cappelletta dedicata ai caduti della montagna. Oggi il Rifugio Contrin - di proprietà dell’A.N.A., ma gestito (dal 1974) dalla famiglia De Bertol Giorgio – costituisce una magnifica realtà in uno dei più maestosi e incontaminati angoli d’alta montagna che la benevolenza del creatore ci ha voluto concedere.



Nella stagione estiva viene frequentato da migliaia di appassionati della montagna; alpini in congedo e non, che lo risalgono partendo da Alba di Canazei, per immergersi nella purezza smeraldina delle abetaie che lo circondano, al cospetto di alcune trà le più imponenti “Cattedrali” di roccia delle Dolomiti.

Il 100° anno di vita della “Citta degli Alpini” com’era affettuosamente chiamato in passato il Rifugio Contrin, è stato ricordato, nel giugno del 1997, dall’A.N.A., dalle amministrazioni pubbliche locali e dall’azienda Turistica della Val di Fassa, con una serie di manifestazioni celebrative.

La zona nella quale sorge il Rifugio Contrin, alla base delle Parete Sud della Marmolada, (700 metri di pareti strapiombanti con vie di arrampicata tra le più belle e difficili di tutto il settore Alpino), conferisce a questo posto il più bel luogo di tutto il settore delle Dolomiti Orientali nel Gruppo Della Marmolada

L’escursionista in visita a questi luoghi, sia egli a piedi, a cavallo o in mountain bike, diviene ospite del bosco, delle montagne e di tutti gli esseri viventi che qui dimorano, che in cambio chiedono solo di essere rispettati e protetti.



Come arrivare al Rifugio Contrin sulla Marmolada

La mappa è presente sul sito ufficiale del rifugio.



Itinerari e sentieri nei pressi del Rifugio Contrin sulla Marmolada

Traversata Passo San Pellegrino - Passo Cirelle - Rif.Contrin
Bell'itinerario di traversata da sud a nord che collega la Val San Pellegrino con Canazei. Con le auto raggiungiamo Fuchiade (m.1980), gruppo di fienili a circa 3 km. dal Passo. Saliamo lungo il sentiero che percorre i prati della Val Tasca avendo sullo sfondo, verso sud, il gruppo delle Pale di San Martino. Più avanti i prati cedono il posto al ghiaione che conduce al Passo Cirelle (m. 2630) passando sotto la Cima Uomo (m.3003) e la Cima Val di Tasca. Al passo compare la rocciosa parete sud della Marmolada (m.3343), ben diversa dal ghiacciaio del versante nord. Dopo il pranzo al sacco, scendiamo prima lungo ghiaioni e piccoli nevai, poi per prati con di fronte il gruppo del Sassolungo, fino al Rifugio Contrin (m.2017). Da qui una comoda sterrata porta con una discesa un pò noiosa fino ad Alba di Canazei. Il rientro alla nostra base di Ziano di Fiemme avviene con la corriera. Poi gli autisti vengono accompagnati a riprendere le auto.



Alba - Rifugio Contrin - Fuciade - Passo di San Pellegrino
Raggiunto il Rifugio Contrin (m 2.016) da Dèlba (ore 1.30 – vedi percorso 2/u) si va verso la Malga Contrin a monte del rifugio attraverso i vasti pascoli alla base dell’imponente mole della Cima di Ombretta. Si scende ad attraversare un paio di ruscelli e quindi risalire per una stretta fascia di bosco ad una serie di pianori successivi che portano gradualmente in quota. Ci si sposta a sinistra avvicinandosi al verticale bastione ovest di Ombretta tagliandone per un lungo tratto i ghiaioni basali. Con alcuni tornanti si rimonta un gradino roccioso presso una paretina per entrare in una desolata conca detritica. Al bivio col sentiero n. 612 si va quindi a destra tenendosi leggermente in alto rispetto al fondovalle e costeggiando i gradoni che fanno da supporto alle Cime Ciadine. Con lunga diagonale si esce infine alla profonda insellatura del Pas de le Cirele a m 2.683 (ore 2.10; 3.40). Si discende il versante opposto con ampia e veloce serpentina. Si attraversa in diagonale verso l’imboccatura della Val de Tascia continuando la discesa ancora su terreno detritico che passa gradatamente a zolle erbose. Per strada militare si percorre il pianoro della buja de Tascia trovandosi improvvisamente davanti ad un ripido pendio prativo. Si discendono alcuni tornanti puntando dritto verso valle ed un gruppo di baite fra le quali spicca il rifugio Fuciade a m 1972 (ore 1.20; 5.00). Di qui per bianca strada sterrata si percorre l’amena valle di Fuciade costellata di baite e fienili per raggiungere con un bel percorso nel bosco l’albergo Miralago (ore 0.50; 5.50) col laghetto de le Poze nei suoi pressi (occorre deviare brevemente verso destra per arrivarci). Dieci minuti di cammino sono sufficienti per raggiungere la strada provinciale, risalendo per un breve tratto verso il Passo (ore 0.10; 6.00). La fermata dell’autobus Atesina per rientrare in valle si trova alla prima area di parcheggio sulla destra.



Giro del massiccio “Sasso Vernale”
A motivo del lungo ed impegnativo percorso consigliamo di suddividere questa escursione in due tappe con un pernottamento al rifugio Falier. Questo consentirebbe di effettuare la salita alla cima orientale di Ombretta (m. 3011) al centro di uno straordinario panorama circolare. Da Dèlba (Alba di Canazei, m. 1.517) si sale al rif. Contrin a m. 2021 (ore 2.00). Alle spalle del rifugio si prende a destra il sentiero n. 607. Superati alcuni ruscelli si vince con lunga diagonale il bancone roccioso dei Lastei de Contrin giungendo ad un pianoro. Qui si va a sinistra (a destra inizia il sentiero n. 609 per il Passo Pasché) salendo ad una schiena di rocce montonate che divide due valloncelli. Si continua lambendo i ghiaioni che fasciano la base di imponenti pareti. Ci si sposta verso destra percorrendo il fondo del vallone fino ad un piastrone. In questo punto si lascia il sentiero n. 607 per andare a sinistra sul sentiero n. 612. Dopo un tratto pianeggiante ci si alza di quota con due tornanti disegnati nei ghiaioni che scendono dal Vernale e con lunga diagonale si esce al Passo Ombrettola a m. 2.868 (ore 3.00; 5.00). Se non ci si lascia tentare dalle scorciatoie e ci si tiene sul sentiero si discendono senza troppi danni i ghiaioni del versante opposto. Quindi ci si cala con facilità attraverso i pascoli sottostanti per poi zigzagare attraverso un basso ontaneto ed andare infine sul pianoro verso il rifugio Falier a m. 2.074 (ore 1.15; 6.15). Presso il rifugio si imbocca il sentiero n. 610 che porta al Passo Ombretta a m. 2.702. Gli stretti tornanti iniziali lasciano il posto ad una comoda strada di guerra cui segue un faticoso tratto finale attraverso gli sfasciumi sommitali (ore 2.00; 8.15). Per raggiungere la cima di Ombretta si va a sinistra su un sentiero di nere rocce laviche, si passa accanto al bivacco “del Bianco” per rimontare quindi il crinale in parte attrezzato. Si entra in un vallone detritico che si risale faticosamente fino alla cresta. La si segue verso sinistra fino alla croce in ferro posta sulla vetta (ore 1.45 da aggiungere ai tempi indicati successivamente per andare e tornare al Passo Ombretta). Da qui si discende nella Val Rosalia su comodo sentiero che percorre il versante destro del vallone. Con stretta serpentina si vince un ripido pendio che via via si addolcisce e per bei prati ricchi di fiori si giunge al rifugio Contrin a m. 2.016 (ore 1.00; 9.15) da dove si scende a Dèlba a m. 1.517 (ore 1.15;10.30 – vedi percorso 2/u descritto in senso inverso).



Servizi e prezzi del Rifugio Contrin sulla Marmolada


- Listino prezzi sul sito ufficiale: https://www.rifugiocontrin.it