comuni italiani

Ferragosto a Macerata


Ferragosto in Italia >> Ferragosto nelle Marche


Ferragosto 2017 a Macerata

Ferragosto a Macerata, tutti gli eventi del 15 agosto a Macerata.

Tutte le iniziative relative al giorno di Ferragosto a Macerata. Le idee migliori per organizzare la tua vacanza, le offerte per il tuo viaggio, il calendario estivo con le iniziative legate al giorno dell'assunzione.



Ferragosto



A Macerata ogni anno a ferragosto si susseguono le sagre, gli spettacoli, i concerti all'aperto, nelle piazze, nelle chiese per festeggiare il giorno centrale dell'estate.













Eventi del Giorno di Ferragosto a Macerata


Il Palio di San Ginesio

Il Palio di San Ginesio viene disputato e assegnato dal 1970. All'inizio i due Tornei di destrezza si svolgevano insieme a Ferragosto. Successivamente la manifestazione è stata suddivisa negli otto giorni in cui, tradizionalmente, si dipanava la Festa di San Ginesio: il primo, il Palio della Pacca ha luogo il 13 agosto, in notturna il secondo, la Giostra dell'Anello ha luogo nella giornata del 15 agosto

Entrambe le competizioni sono effettuate da cavalieri. I cavalli vengono sorteggiati tra le Contrade e benedetti prima delle gare. Una volta sorteggiati, i cavalieri ricevono il colore della Porta che andranno a rappresentare e durante le gare tengono in evidenza il loro colore.



Palio della Pacca

Si svolge presso il vecchio campo sportivo di Porta Picena. Quattro cavalieri, ciascuno in rappresentanza delle quattro Contrade di San Ginesio, Alvaneto, Ascarana, Offune e Picena, si contendono la PACCA (cioè la porchetta) in un torneo che consiste nel centrare lo scudo del SARACENO (cioè la sagoma di un cavaliere) nel corso di assalti portati a grande velocità e seguendo un percorso tortuoso.

La pacca, cioè la porchetta, è il trofeo della Contrada vincente e viene consumata nel corso dei festeggiamenti dei contradaioli.



Il Palio del 15 agosto : Giostra dell'Anello

Quella della festa del 15 agosto è una celebrazione complessa che inizia al mattino e finisce alla sera. Vi partecipano 200 figuranti in costumi tardo-medioevali, ricostruiti fedelmente nei tessuti, nella tintura e nella foggia.

Il Corteo della Municipalità parte al mattino dal Palazzo comunale. E' aperto dalle chiarine e dai tamburi. Seguono nell'ordine Portagonfalone e Gonfaloniere, i quattro Priori delle Contrade, il Notaio dei Crimini, l'Avvocato, il Dottore e il Procuratore della Municipalità. Vengono appresso il Capitano della Fiera, il Podestà, il Cancelliere, il Notaio del Monte di Pietà, il Chirurgo, il Maestro di Scuola, il Dativario, il Massaro. Chiudono il corteo i quattro comandanti, l'uomo del Banco dei Pegni, il Pesatore, i quattro custodi delle Porte, il Baiulo, il Bombardiere e gli Armigeri.

Il Corteo si snoda lungo la piazza e si reca in Collegiata per assistere alla Santa Messa. Il sacerdote officiante benedice il palio. Il palio originariamente era un taglio di stoffa. Al giorno d'oggi è uno stendardo, solitamente dipinto da un artista ginesino. Esso sarà assegnato alla Contrada che vincerà la Giostra dell'Anello, la quale si svolge nel pomeriggio al vecchio campo sportivo accanto a Porta Picena.

La giostra dell'anello è una prova di grande abilità. I cavalieri delle quattro Contrade gareggiano cercando di centrare prima e asportare poi con una lancia una serie di tre anelli sospesi precariamente ad un palo. Contano il numero degli assalti e la velocità del cavaliere. Vince il più abile e il più veloce. La giostra è seguita da un pubblico che tifa per il proprio campione e cerca di deconcentrare i cavalieri avversari con urla e mezzi non sempre corretti. Il cavaliere che ha raccolto il maggior numero di anelli nel tempo minore e con il percorso più pulito è il vincitore del Palio.

Durante la competizione la Municipalità assiste dal campo, mentre le dame, le fanciulle e i figuranti partecipano al tifo dal loggiato superiore dell'Ospedale dei Pellegrini. I vari assalti sono scanditi dal rullio sempre più frenetico dei tamburi e dal suono acuto delle chiarine.

Il vincitore, alla testa del corteo storico e dei tifosi della sua Contrada, si avvia verso la piazza centrale dove gli verrà consegnato il Palio. Dopo un giro d'onore per raccogliere gli applausi, il corteo rientra nel Palazzo comunale e comincia la festa popolare.


Fonte: https://www.sanginesio.org

 

 

 

NOTA BENE: Gli eventi pubblicati in questa pagina potrebbero aver subito delle variazioni, essere stati annullati o citati per errore: siete pregati di verificare attraverso i siti ufficiali o quelli istituzionali dei comuni l'effettivo svolgimento delle manifestazioni.