comuni italiani

Bibione Terme


Terme in Italia >> Terme in Veneto

Bibione Terme

Bibione Terme, sorto nella località balneare da sempre sinonimo di vacanza e divertimento, immerso in un'ampia pineta e affacciato direttamente su una delle più belle e vaste spiagge dell'Adriatico, è concepito come luogo in cui raggiungere il massimo benessere. Bibione Terme, aperto tutto l'anno, vi offre una sana vacanza in qualsiasi momento dell'anno lo desideriate. Centro moderno e attrezzato, pensato per offrire a turisti e frequentatori ogni tipo di comfort, Bibione Terme assicura una gradevole accoglienza disponendo nelle immediate vicinanze di strutture ricettive adeguate alle diverse esigenze.

Nel nuovo centro di Bibione Terme, potrete ritrovare il piacere di sentirVi in forma avendo a disposizione personale qualificato, in grado di individuare le metodologie curative e riabilitative più appropriate per i Vostri problemi di salute. Bibione Terme si propone come perfetta sintonia tra cura termale e riabilitativa, elioterapia e climatoterapia.

Bibione Terme



Oltre alle cure termali vere e proprie sono a disposizione palestre per il fitness, una beauty farm all'avanguardia, grandi piscine termali coperte e all'aperto con idromassaggi, giochi d'acqua per adulti e bambini, saune, bagno turco, solarium e servizi di ristoro.

L'acqua termale utilizzata presso "Bibione Thermae" sgorga a 52° C da una fonte situata nell'entroterra bibionese a oltre 400 metri di profondità. In base alla temperatura e al residuo fisso, tale acqua viene classificata come ipertermale, medio minerale, e in base al D.L. num.105 del 25.01.92 viene classificata come alcalina bicarbonato sodica fluorata.




Grazie alle sue peculiarità, le sono state riconosciute proprietà terapeutiche dal Ministero della Sanità (decreti num.2918 e 2950 del 1996), cosicchè alcune cure effettuabili presso le Terme di Bibione sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale (SSN).



Le Cure Inalatorie

Le modificazioni alimentari (conservanti, coloranti, additivi, ecc.) e le profonde modificazioni ambientali, fortemente alterate sia nel clima urbano (smog) che nel microclima ambientale (case, uffici, alberghi, ecc.), favoriscono condizioni di abnorme reattività dell'organismo. Gli agenti che scatenano l'iperreattività sono in prevalenza esogeni (sostanze fisiche, chimiche, allergeni e inalanti) e possono preludere a una malattia, che può essere localizzata al naso o ai bronchi dopo aver determinato una lesione infiammatoria della mucosa respiratoria.

Tale lesione della mucosa può essere temporanea e risolversi dopo l'episodio acuto, oppure evolvere verso la cronicizzazione.

Nel caso delle patologie delle vie respiratorie, il trattamento inalatorio con acque termali alcalino bicarbonato-sodiche e fluorate delle Terme di Bibione è certamente benefico e riconosciuto dal Ministero della Salute.

Il successo che è possibile conseguire con la crenoterapia inalatoria è strettamente legato sia alla corretta individuazione delle forme morbose da trattare, sia alla precisa indicazione della metodica da applicare.

L'acqua minerale ipertermale alcalina-bicarbonato-sodica-fluorata delle Terme di Bibione è particolarmente efficace nelle patologie dell'apparato respiratorio di natura allergica e iperergica, quali: rinite, rinosinusite, otite, otosalpingite, faringite, laringite, sindrome rinosinusitica bronchiale cronica, varie forme di bronchite.

Presso il centro "Bibione Thermae", oltre alle cure inalatorie succitate (aerosol, inalazioni, irrigazioni nasali, nebulizzazioni, docce nasali micronizzate), vengono eseguite le insufflazioni endotimpaniche usando dell'acqua termale sulfurea. Tali applicazioni sono particolarmente indicate nei soggetti bambini e adulti che soffrono di sordità rinogena; esse vengono associate al trattamento inalatorio con acqua bicarbonato sodica, in quanto le patologie dell'orecchio medio e della tuba sono strettamente legate a quelle del naso e della faringe.

Le cure inalatorie possono essere abbinate, poi, alla ventilazione polmonare, in caso di broncopatia con segni di parziale ostruzione bronchiale dovuta a uno spasmo della muscolatura liscia bronchiale, alla presenza di flogosi o di un'abbondante secrezione bronchiale. Questo (particolare) trattamento ha lo scopo di recuperare e migliorare la funzione respiratoria attraverso un'azione meccanica e farmacologica sulle diramazioni bronchiali più distali. Poichè i pazienti bronco-pneumopatici generalmente non respirano in modo corretto, è spesso utile associare alle ventilazioni polmonari e alle cure inalatorie una "ginnastica respiratoria" o un "drenaggio posturale", che vengono eseguiti da personale qualificato.



La Fangoterapia

La fangoterapia sfrutta gli effetti benefici che l'organismo trae dall'applicazione del fango termale. Numerosi studi clinici ne hanno dimostrato l'efficacia sia a breve che a lungo termine, con riduzione del consumo di farmaci analgesici e antiinfiammatori. Attraverso la fangoterapia vengono trattate le malattie dell'apparato locomotore e in particolare i reumatismi extra-articolari, le cervicalgie e lombalgie di origine reumatica, l'osteoartrosi e altre forme degenerative. L'applicazione del fango è possibile solo dopo essersi sottoposti a una visita di ammissione con i medici di Bibione Terme e solitamente è localizzata, ossia interessa solo aree limitate del corpo.

Una volta che gli è stato applicato il fango, il paziente rimane per 15-20 minuti avvolto da lenzuola e da coperte che impediscono la dispersione del calore e contribuiscono ad attivare il meccanismo della sudorazione.

Il fango, che ha una temperatura di 44-46°, si forma dalla mescolanza dell'acqua termale di Bibione Terme con materiale solido inorganico argilloso.

Tali componenti agiscono sinergicamente, conferendo al fango le sue particolari caratteristiche termoterapiche. La sua peculiarità è legata all'elevata termalità dell'acqua e ai minerali in essa contenuti. Grazie alla sua notevole capacità termica, il fango cede uniformemente calore all'organismo durante tutta la durata della seduta. La cessione del calore è altresì favorita dalla sua plasticità e dalla adesività alla superficie cutanea.

Prima di poter essere utilizzato per la terapia, il fango subisce un processo di maturazione di almeno 6 mesi in apposite vasche di acciaio, dove l'argilla viene irrorata da un flusso continuo di acqua termale. Al momento dell'applicazione, il fango appare come una melma grigiastra, molto plastica e untuosa al tatto.

Un ciclo classico di fangoterapia prevede 12 sedute da effettuarsi nell'arco di 2 settimane; l'efficacia terapeutica del fango può essere completata dall'abbinamento alla balneoterapia termale e ai massaggi.

Talvolta, al quinto-sesto giorno di cura si può manifestare nel paziente uno stato di malessere definito "crisi termale". Quest'ultima è caratterizzata da stanchezza, insonnia e qualche volta da un lieve aumento della temperatura corporea. La sua durata, comunque, è di uno o due giorni e non ha alcuna rilevanza ai fini del risultato delle cure. Nel periodo del trattamento si consiglia di aumentare l'assunzione di liquidi e sali minerali (acqua, tè, succhi di frutta, frutta fresca e verdure crude) e di ridurre l'attività fisica e l'esposizione al sole.



Cure convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale

Le Terme di Bibione sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale per la cura delle seguenti patologie:

Malattie reumatiche ed ortopediche
- osteoartrosi ed altre forme degenerative
- reumatismi extra articolari

con:

- Ciclo di fango-balneoterapia (12 fanghi 12 bagni)
- Ciclo di fangoterapia con doccia di annettamento (12 fanghi)
- Ciclo di balneoterapia (12 bagni)


Malattie vascolari
- postumi di flebopatie di tipo cronico

con:

- Ciclo di cura per le vasculopatie periferiche (12 bagni con idromassaggio ozonizzato o percorso con idromassaggio, elettrocardiogramma, esami ematochimici, esami strumentali doppler


Malattie otorinolaringoiatriche
- rinopatie vasomotorie (allergiche e non allergiche)
- sinusiti croniche
- otiti catarrali croniche
- faringo-laringiti croniche
- stenosi tubariche

con:

- Ciclo di cure inalatorie (12 12 delle seguenti terapie su indicazione medica inalazioni, aerosol nasali, aerosol orali, irrigazioni nasali, aerosol sonici, aerosol ionici e nebulizzazioni)
- Ciclo di cura per la sordità rinogena (12 insufflazioni endotimpaniche o politzer crenoterapico 12 cure inalatorie ed esame audiometrico)


Malattie delle vie respiratorie
- sindromi rinosinusitiche-bronchiali croniche
- bronchiti croniche semplici o accompagnate da componente ostruttiva (con esclusione dell'asma e dell'enfisema avanzato, complicato da insufficienza respiratoria grave o da cuore polmonare cronico)

con:

- Ciclo di cure integrato della ventilazione polmonare controllata (12 ventilazioni polmonari, 12 aerosol, 6 inalazioni)
- Ciclo di cure inalatorie (12 12 cure inalatorie su indicazione medica)



I cicli convenzionati prevedono l'erogazione delle cure per 12 giorni consecutivi in due settimane (escluso il sabato dal 20 marzo al 2 ottobre ed esclusa la domenica dal 3 ottobre in poi); pertanto non è ritenuto opportuno ammettere alle cure, con costo a carico del S.S.N., coloro che non intendono effettuare il ciclo di cure completo ed in modo continuativo, per motivazioni attinenti all'efficacia terapeutica delle cure stesse.

Per fruire dei cicli di cure sopra descritti è sufficiente presentare all'accettazione dello stabilimento termale la ricetta-prescrizione rilasciata sull'apposito ricettario regionale, dal Medico di Famiglia oppure dallo Specialista competente del Servizio Sanitario Nazionale.

Nella ricetta-prescrizione dovrà essere indicata la diagnosi e il ciclo di cura. Tale prescrizione rappresenta il documento valido per un ciclo di cure termali convenzionato, inclusa la visita medica di ammissione, con il solo pagamento del ticket o della quota fissa sulla ricetta per gli esenti.

Durante l'intero anno solare è possibile usufruire di un solo ciclo di cure convenzionate, pertanto cicli di cure aggiuntive sono a totale carico del cliente.

I clienti che effettuano un secondo ciclo di cure nello stesso anno hanno diritto alla seconda visita di ammissione gratuita. È invece a pagamento ogni visita di controllo o consulto medico richiesto anche durante il periodo di cura ma non attinente o correlato alla stessa.



La Balneoterapia

La balneoterapia si effettua tramite l'immersione del corpo in acqua termale con idromassaggio. Ogni seduta ha una durata di 15-20 minuti e può essere fatta in piscina o in vasca singola. La temperatura dell'acqua può variare dai 29° ai 34°, a seconda della patologia da trattare. Questo tipo di cura, infatti, è particolarmente indicato nella cura sia delle malattie artroreumatiche, sia di quelle vascolari; inoltre dà beneficio nel trattamento delle malattie dermatologiche.

L'efficacia curativa di questi bagni terapeutici è legata da un lato alla temperatura dell'acqua, dall'altro ai minerali in essa contenuti. La balneoterapia ha un effetto termico a livello generale (modificazione della temperatura corporea e aumento della sudorazione) e anche a livello locale (vasodilatazione e aumento dell'irrorazione tessutale). Vi è altresì un effetto meccanico dovuto all'azione della pressione idrostatica sulla circolazione venosa, sulla dinamica respiratoria e sull'apparato locomotore. Per quanto concerne appunto l'apparato locomotore e, in particolare, per le malattie reumatiche e ortopediche, la balneoterapia ha indicazioni analoghe a quelle della fangoterapia, però è meglio tollerata, in quanto è un'applicazione termoterapica meno intensa.

E' prescrivibile, quindi, anche a pazienti che presentano controindicazioni relative alla fangoterapia. Per le suddette patologie è previsto un bagno in piscina termale calda oppure in vasca singola ozonizzata. Nel caso delle patologie vascolari, invece, si può scegliere tra la vasca singola ozonizzata e il camminamento vascolare, ossia un percorso a temperature differenziate.



Piscine Termali

Affacciato alla splendida spiaggia dorata di Bibione, immerso in un'atmosfera da sogno tra il verde della pineta e il blu del mare, sorge il parco termale di Bibione Terme. Al suo interno ci si può rilassare raggiungendo il massimo del benessere, aiutati dagli idromassaggi e dalle cascate delle piscine termali, nonché dal caldo rigenerante delle saune e del bagno turco. I nostri ospiti possono farsi cullare dalle mani esperte dei massaggiatori o tonificarsi seguendo i corsi di acquagym. E nel periodo estivo possono trovare, oltre che della piscina coperta, anche un'ampia piscina all'aperto, circondata da un grande prato alberato attrezzato con lettini e ombrelloni. Sia all'interno che all'esterno è presente una piscina con l'acqua più bassa, adatta ai bambini.

La piscina termale coperta ha una temperatura di 32°-33°C e prosegue per un tratto all'esterno, cosicché anche nelle fredde giornate d'inverno si può uscire, rimanendo immersi nell'acqua calda. Ha una profondità di 1 metro e 40 centimetri ed è dotata di funghi con getti d'acqua, geyser, cascate, lettini con idromassaggio e percorsi controcorrente. Accanto a questa piscina si trova una più piccola, dove possono divertirsi i bambini, avendo una profondità di soli 50 centimetri.

Per grandi e piccini è obbligatorio l'uso della cuffia e i bambini fino ai 3 anni di età devono indossare l'apposito costumino contenitivo. Nell'area delle piscine è altresì obbligatorio l'uso di ciabatte antiscivolo da usarsi esclusivamente in questo ambiente. A bordo vasca sono a disposizione i lettini per rilassarsi tra un bagno e l'altro, mentre salendo al primo piano si può raggiungere lo snack bar per uno spuntino in accappatoio.

Nel periodo che va da metà maggio a fine settembre, l'ospite di Bibione Terme può godere non solo del piacevole relax dato dall'acqua termale, ma di un bellissimo posto dove poter prendere il sole. Attorno alla piscina esterna, infatti, c'è uno spaziosissimo giardino alberato dove si può prendere la tintarella o riposarsi all'ombra di una pianta o di un ombrellone, immersi nella natura e respirando il profumo del mare.



Saune e Bagno Turco

Per completare il percorso-benessere, oltre al bagno in piscina si può decidere di farsi avvolgere da una nuvola di vapore del bagno turco oppure dalle essenze e dalla cromoterapia delle saune, scegliendo tra le due saune a 90° e la biosauna a 75°. Il bagno turco ha una temperatura di circa 50° e una percentuale di umidità che raggiunge il 95%. La permanenza al suo interno non deve superare i 20 minuti; in seguito è consigliato fare una doccia fredda e rientrare nel bagno turco per altri 15 minuti. Successivamente è bene sdraiarsi coprendosi con una coperta e riposare. A differenza del bagno turco, l'ambiente della sauna è molto secco. E' consigliabile restare da un minimo di 8 minuti (per dare il tempo al corpo di scaldarsi in profondità) a un massimo di 12. La fase successiva è rappresentata dall'immersione nella vasca con idromassaggio o dalla doccia con acqua fredda o fresca, che permette di riportare la temperatura corporea a livelli normali.

Sotto la doccia si deve andare gradualmente, cominciando dal piede destro e proseguendo col resto della gamba; dopo aver fatto lo stesso con la gamba sinistra, si immergono le braccia, partendo dalla mano e proseguendo verso la spalla; si procede, poi, bagnandosi il torace, la faccia e da ultimo la schiena. A questo punto si è pronti per sdraiarsi su un lettino per la pausa di relax, prima di entrare una seconda volta in sauna.

La sauna e il bagno turco sono sconsigliati a chi soffre di pressione bassa o di ipertensione, nonché alle persone con problemi cardiovascolari o con malattie renali. Vanno altresì evitate durante la gravidanza o il ciclo mestruale. E' buona norma non entrarvi a stomaco pieno, né a stomaco vuoto: l'ideale sarebbe fare uno spuntino leggero e bere una tisana, in modo da favorire la sudorazione. Prima di entrare in sauna bisogna farsi una doccia e togliersi gli oggetti metallici, che impediscono una buona traspirazione e inoltre, scaldandosi, possono provocare scottature alla pelle.

E' obbligatorio indossare il costume ed è necessario avere con sé due asciugamani: uno per asciugarsi dopo la doccia o l'immersione nella vasca e uno per sedersi sulla panchina all'interno della sauna. Un accappatoio, invece, può essere comodo per avvolgersi durante le fasi di riposo.



Come arrivare a Bibione Terme

Bibione Thermae, Via delle Colonie 3 - 30020 Bibione (Venezia)
Tel.: 39 0431 44 11 11 Fax.: 39 0431 44 11 99

In automobile: Uscita di Latisana dall'autostrada A4 Trieste-Venezia. Seguire le indicazioni per Bibione.

In treno: Stazione di Latisana-Lignano-Bibione nella linea Venezia-Trieste. In stazione utilizzare i bus dell'ATVO per Bibione.

In aereo: Nella zona sono presenti tre aereoporti. A Venezia aereoporto Marco Polo, a Trieste - Ronchi dei Legionari, a Treviso aereoporto San'Angelo



Orari e Prezzi a Bibione Terme

Consultare il sito ufficale