comuni italiani

Battaglia Terme


Terme in Italia >> Terme in Veneto

Battaglia Terme

Località termale già nota agli antichi Romani, Battaglia Terme deve la riscoperta delle proprietà benefiche delle sue terme, nel Medioevo, all'apertura di un canale navigabile che consentì lo sviluppo di attività commerciali ed artigianali grazie alle quali se ne diffuse la notorietà che dura fino ai nostri tempi. Attualmente è inserita nel polo delle Terme Euganee insieme alla vicina località di Galzignano Terme dalla quale dista solo 4 km.

Battaglia Terme



Le acque hanno la stessa natura di quelle di Abano: sono salso-bromo-iodiche ipertermali (84,5°C ) e radioattive. Le applicazioni, soprattutto per fangoterapia, sono efficaci contro le malattie osteoartrosiche, reumatiche, infiammatorie, ginecologiche, respiratorie, cutanee e del ricambio. Oltre ai fanghi, sono praticabili balneazioni, grotte essudatorie, inalazioni, irrigazioni ed idromassaggi.




Battaglia Terme per estensione è il più piccolo tra i comuni della provincia. Situato, a sud di Padova, tra l'estremità orientale dei Colli Euganei e la pianura Veneta, il paese è stato recentemente definito la "porta del Parco dei Colli Euganei".

Sul suo territorio si ergono alcune sommità collinari, tra le quali la più alta è il monte Ceva (256 m s.l.m.), che si uniscono a formare un arco denominato "Ferro di Cavallo" a motivo della forma caratteristica. Il primo nucleo del paese sorse intorno all'anno 1000 attorno al colle di Sant'Elena, dove era in funzione un ospizio per pellegrini con annesse le grotte termali



Le terme Euganee

I primi a studiare le proprietà terapeutiche delle Terme Euganee furono gli studiosi dell’Università di Padova in epoca rinascimentale; nel Settecento l’Università si arricchì di due nuove cattedre espressamente dedicate allo studio del termalismo. Successivi studi hanno consentito di scoprire le origini delle falde di acque termali presenti nel sottosuolo dell’intero bacino euganeo: esse provengono dalle precipitazioni piovose nei Monti Lessini, nelle Prealpi sopra Verona e giungono alla zona euganea dopo un tragitto sotterraneo di circa 100 chilometri percorsi in un periodo stimato tra i 25 e i 30 anni durante i quali le acque si arricchiscono di numerosi sali minerali (tra cui sodio, potassio, magnesio, iodio e silicio), e arrivano ad una temperatura di 87 gradi prima di iniziare la risalita verso la superficie.

Classificate come acque salso-bromo-iodiche e radioattive, le acque sono usate per la terapia delle malattie osteoartrosiche, reumatiche, infiammatorie ginecologiche, respiratorie e del ricambio. La loro composizione chimica, quindi, viene esaltata attraverso un lungo processo di maturazione dell’argilla che dà origine ad un fango ricco di una particolarissima microflora vegetale ed animale.

Nel 1980 le Associazioni Albergatori di Abano Terme, Montegrotto Terme e Battaglia Terme hanno promosso la creazione di un Centro Studi Termali, chiamato Pietro d’Abano, che ha come scopo la ricerca scientifica nel campo della medicina termale, lo studio, la promozione, l'incremento delle attività che riguardano il termalismo in ogni sua manifestazione ed in ogni campo di applicazione terapeutico e scientifico.



Come arrivare a Battaglia Terme

In auto:
Autostrada A4 Milano-Venezia uscita Padova Ovest quindi direzione per Battaglia Terme. In alternativa Autostrada A13 Bologna-Padova uscita Terme Euganee

In treno:
Stazione F.S. di Padova a 16 km oppure stazione Terme Euganee a 6 km

In Aereo:
Aeroporto di Verona 80 km oppure aeroporto di Venezia 52 km



Orari e Prezzi a Battaglia Terme

Consultare il sito ufficale: https://www.battaglia-terme.com