comuni italiani

Stagione 2008, Teatro alla Scala


Lombardia >> Provincia di Milano >> Comuni in Provincia di Milano




Scala di Milano, Stagione Teatrale 2008

Teatro alla Scala

Il Teatro alla Scala fu fondato, grazie al volere dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria, dopo l'incendio che nel febbraio 1776 distrusse il Teatro Regio Ducale, vecchia sede delle rappresentazioni liriche in Milano. La spesa per la costruzione venne sostenuta dai palchettisti del Ducale, in baratto alla concessione del terreno su cui sorgeva la Chiesa di Santa Maria alla Scala e del rinnovo delle proprietà dei palchi.

Opera del grandissimo architetto Giuseppe Piermarini, il Teatro fu inaugurato il 3 agosto 1778 con l'opera di Antonio Salieri, L'Europa riconosciuta, su libretto del Mattia Verazi.

Il periodo iniziale della sua storia artistica si lega alla tradizione della cosiddetta opera buffa "napoletana", i cui esponenti maggiori sono stati Giovanni Paisiello e Domenico Cimarosa. Fra le opere rappresentate, e necessario ricordare La Frascatana, Il barbiere di Siviglia e Nina, ossia pazza per amore di Paisiello, L'italiana in Londra e Il matrimonio segreto di Cimarosa.

Il rinnovamento del repertorio venne avviato tra il 1793 e il 1798 grazie a L'oro fa tutto di Ferdinando Paër e Un pazzo ne fa cento di Giovanni Simone Mayr. La Scala apriva così al gusto neoclassico francese e alla successiva evoluzione del teatro musicale. Paër e Mayr, infatti, istituiranno il punto di collegamento dall'opera buffa all'opera romantica con Gioachino Rossini.

Con Rossini e la sua opera La pietra del paragone, la Scala diventerà il luogo principe del melodramma italiano. Il catalogo di Rossini rappresentato fino al 1825 annovera : La Cenerentola, Il turco in Italia, Semiramide, La donna del lago, Otello, Tancredi, Il barbiere di Siviglia, Mosé. Nei medesimi anni, le coreografie del Salvatore Viganò e di Carlo Blasis estendevano il primato del Teatro anche al balletto.

Per quel che riguarda il repertorio straniero, da sottolineare gli allestimenti del 1816 col Flauto magico, opera di Wolfgang Amadeus Mozart rappresentate nel '800, e nel 1822 della Vestale di Spontini. Nel 1806 Alessandro Sanquirico assume la direzione di scenografia rinnovando la concezione degli allestimenti con l'adeguamento degli stessi alla nuova concezione romantica.




Nel 1814 venne ingrandita la profondità del palcoscenico, occupando un area nell'attuale via Giuseppe Verdi. Nel 1821 viene sostituita l'illuminazione a candele da una grande lumiera centrale a lampade "argants", rimaste in funzione fino al 1860.

Una nuova, stagione del melodramma ha luogo fra il 1822 e il 1825 grazie alla Chiara e Serafina di Donizetti e Il pirata di Bellini. Le opere di Donizetti alla Scala saranno Anna Bolena, Torquato Tasso, Lucrezia Borgia, La favorita, La figlia del reggimento, Linda di Chamounix, Poliuto e Don Pasquale.

Di Bellini seguiranno I Capuleti e i Montecchi, La sonnambula, Norma, Beatrice di Tenda e I puritani.



Stagione Teatrale 2008

Settembre:
- L'arlesienne , Le Jeune Homme Et La Mort - Serata Petit

Ottobre:
- La Dame Aux Camelias
- Le Nozze Di Figaro - Wolfgang Amadeus Mozart

Novembre:
- Die Lustige Witwe - Franz Lehar


Biglietterie

  • Biglietteria centrale - Duomo
    Galleria del Sagrato, Piazza Del Duomo, Stazione Metropolitana Duomo. Aperta tutti i giorni dalle 12 alle 18.

    Chiusa per ferie estive dal 29 luglio al 27 agosto 2007 e nei giorni: 1 novembre 2007; 8, 24, 25 e 26 dicembre 2007; 1 e 6 gennaio 2008; 23 e 24 marzo 2008; 1 maggio 2008; 2 giugno 2008.

  • Biglietteria serale - Teatro
    Teatro alla Scala, Via Filodrammatici 2. Aperta 2 ore prima e fino a 15 minuti dopo l'inizio dello spettacolo.
    Esclusivamente per vendita e ritiro dei biglietti della serata.

Servizio Infotel Scala

Informazioni su disponibilità posti, modalità acquisto abbonamenti e biglietti. Telefono 02.72.003.744 (10 linee), tutti i giorni dalle ore 9 alle 18. Servizio attivo nei giorni di apertura della Biglietteria Centrale. Chiuso per ferie estive dal 4 al 26 agosto 2007.

Servizio "La Scala Risponde"

Per reclami o disservizi: fax 02.861.768 (24h/24h)
indirizzo e-mail lascalarisponde@teatroallascala.org.


Servizio attivo nei giorni di apertura della Biglietteria Centrale.