comuni italiani

Palazzo Carignano


Il Palazzo Carignano di Torino

Piemonte >> Castelli del Piemonte >>


Il Palazzo Carignano di Torino rappresenta uno dei simboli dell'architettura barocca a Torino. Palazzo di grande rilevanza storica anche perchè fu sede del Parlamento del Regno di Sardegna ma anche, e soprattutto, sede del Primo Parlamento Italiano.

Palazzo carignano   Il Palazzo carignano   primo Parlamento italiano






Palazzo Carignano, esternamente, si presenta con una struttura molto rilevante ed imponente in mattone vivo, con le classiche forme del Barocco, ossia forme arrotondate e morbide. La scritta : Qui nacque Vittorio Emanuele II capeggia sulla sommità della corona, scritta in bronzo.


Prima di diventare sede istituzionale dell'attività politica ed istituzionale, Palazzo Carignano era una dimora dei Savoia. Il primo ad abitare tra queste mura fu il Principe Emanuele Filiberto Amedeo di Carignano.


La nuova facciata del palazzo, quella che si affaccia non su Piazza Carignano ma su Piazza Carlo Alberto, è di pregevole valore artistico e valorizzata maggiormente dai recenti lavori che hanno trasformato la Piazza in isola pedonale (sul lato opposto, la Biblioteca Nazionale). La facciata posteriore fu realizzata per sostituire le antiche scuderie reali. Internamente, nel cortile, è ancor oggi chiaramente visibile il punto in cui il palazzo antico e quello nuovo sono stati uniti.


La facciata di Piazza Carlo Alberto venne realizzata nel 1685 ad opera di Baroncelli. Pochi anni dopo, dal 1693, il Palazzo divenne dimora sabauda.


Una data storica che segna le vicessitudini di Palazzo Carignano e dell'Italia è quella del 18 Febbraio 1861, quando viene formato e si riunisce il Primo Parlamento Italiano. Ancor oggi la sala del Parlamento è conservata intatta come allora, con evidenziato e ben riconoscibile il seggio di Camillo Benso Conte di Cavour, principale artefice dell'Unità d'Italia.


Un progetto ambizioso per ampliare il Parlamento del Regno d'Italia venne redatto subito dopo l'Unità d'Italia. Come sappiamo, i lavori non vennero ultimati poichè la Capitale d'Italia venne spostata prima a Firenze e poi a Roma.


Dopo lo spostamento della Capitale d'Italia, il palazzo venne adibito a sede di vari istituti. Nei primi anni del '900 venne realizzato il Museo del Risorgimento, ancor oggi esistente.


Negli interni del Palazzo Carignano, ci sono due scaloni in curva che portano al piano nobile, ove prima era collocato il Salone delle Feste. Proprio questa area venne trasformata nella sede del Parlamento.


Attualmente hanno sede nel palazzo oltre al Museo del Risorgimento, anche la Deputazione subalpina di Storia patria, l'Istituto di Studi di Storia del Risorgimento e la Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici del Piemonte.


 

  • Informazioni:

  • Indirizzo: Via Accademia delle Scienze 5

  • Telefono: 011.562.11.47 (museo Nazionale del Risorgimento)