comuni italiani

Festival Città di Merano


Trentino Alto Adige >>

Festival Città di Merano

Merano jazz

Le Settimane Musicali Meranesi

Un importante punto d’incontro per le star e gli appassionati della musica classica
Il ad aogosto i Virtuosi di Mosca inaugureranno con il Concerto per violino ed oboe BWV 1060 di Johann Sebastian Bach, il Concerto per pianoforte ed orchestra N° 17 K 453 di Wolfgang Amadeus Mozart e la Serenata per archi op. 48 di Piotr Ilyich Tchaikovsky la 23esima edizione delle Settimane Musicali Meranesi.

Grazie all'affascinante ambiente alpino e al clima particolarmente mite, nonché ai numerosi parchi e giardini, la città di cura e termale Merano è diventata negli ultimi due decenni un importante punto di ritrovo per grandi musicisti provenienti da tutto il mondo. Oltre tutto la città ha la fortuna di poter offrire una delle più belle sale per concerti di tutto il panorama alpino, progettata all’inizio del XX secolo dall’architetto viennese Friedrich Ohmann. A Merano si sono esibite delle star come Martha Argerich, Krystian Zimerman, Maxim Vengerov o Mstislav Rostropovich. Sul podio del Kursaal sono saliti Lorin Maazel, Kurt Masur, Zubin Mehta, Sakari Oramo, Sir Neville Marriner o Sir John Eliot Gardiner.


Il cartellone della stagione conferma il ruolo di rilievo assunto dal südtirol classic festival: nell’autunno prossimo si esibiranno a Merano solisti come Arcadi Volodos e Nigel Kennedy accanto a prestigiosi ensemble come la Sydney Symphony Orchestra, la Russian National Orchestra, la Helsinki Philharmonic Orchestra e la BBC Symphony Orchestra di Londra.

Il suo repertorio spazia da Frank Zappa e Jimi Hendrix a Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach. Nel 2006 il violinista inglese Nigel Kennedy ha pubblicato il CD “The Blue Note Sessione” dedicato interamente alla musica jazz. Il 17 settembre, nell’ambito del concerto notturno della 23esima edizione delle Settimane Musicali Meranesi, il cosmopolita con residenze in Inghilterra e Polonia e il suo gruppo jazz presenteranno al Kursaal la nuova incisione (“A very nice album”) che contiene esclusivamente composizioni proprie. Accanto a Kennedy suonano nel NQK – The Nigel Kennedy Quintet quattro musicisti polacchi eccezionali: Tomasz Grzegorski (sax tenore), Adam Kowalewski (basso), Piotr Wylezol (keyboards) e Pawel Dobrowolski (batteria).