comuni italiani

Festa Medievale Biancoazzurra


Toscana >> Arezzo

Festa Medievale Biancoazzurra a Castiglion Fiorentino

La tradizione del medioevo esportata ai giorni nostri a Castiglion Fiorentino

Il Rione Cassero di Castiglion Fiorentino organizza la Festa Medievale Biancoazzurra, un’idea nata nel 2002 che doveva essere solo l’evento celebrativo per l' attività del Gruppo Sbandieratori “il Cassero”, operante appunto in seno al Rione.

Il successo ottenuto convinse gli organizzatori alla prima replica nell’anno successivo e così facendo la Festa è diventata uno degli appuntamenti di maggior rilievo di tutta la Provincia di Arezzo e di forte richiamo per le province vicine di Siena, Firenze e Perugia.



Acqua Azzurra Acqua Park a Metaponto



La Festa si svolge nel Piazzale del Cassero ai piedi dell’unica torre rimasta del castrum, oggi campanaria, che domina ancora la collina su cui sorge il paese e l’intera Val di Chiana; l’ambiente è davvero suggestivo ed i visitatori, accedendovi liberamente, ogni sera possono entrare in contatto con uno scenario d’altri tempi, allestito con cura nei vari particolari: essi si troveranno a contatto con giullari, cantastorie, spadaccini, mangiafuoco, falconieri, fachiri, sbandieratori ed artisti d’ogni genere.

Dalla caratteristiche taverne, le ostesse in costume medievale proporranno i saporiti piatti della secolare tradizione toscana annaffiati da ottimo vino rosso. All’interno della festa è presente anche il mercatino medievale .





La Festa Medievale Biancoazzurra di Castiglion Fiorentino è ormai una delle realtà maggiormente consolidate nel panorama delle iniziative di questo genere nell’Italia centrale e non solo; considerato che avrebbe dovuto avere in origine una vita brevissima, nata com’era solo per celebrare i primi 20 anni di attività del Gruppo Storico Musici e Sbandieratori “Il Cassero”, in questi suoi primi anni di vita ha fatto registrare un crescendo clamoroso e continuo di consensi e di pubblico, riuscendo a condurre fino ai piedi della maestosa Torre del Cassero diverse migliaia di visitatori nei 6-7 giorni in cui abitualmente si articola, tra l’ultimo fine settimana di maggio ed il primo di giugno.

Fin da subito, lo stupendo scenario del Piazzale del Cassero ha dato alla Festa un innegabile tocco di magia: salire al Cassero, specialmente dopo il tramonto, tra le taverne ed in mezzo ai vari spettacoli offerti gratuitamente a tutti i visitatori, è una cosa che davvero riconcilia con se stessi e col mondo. Le taverne vengono allestite curandone con dovizia i particolari, i costumi degli oltre 100 rionali che ne permettono la realizzazione contribuiscono a far vivere la sensazione di un tuffo indietro nel tempo. Accanto ai più valenti artisti da strada provenienti anche da altre nazioni, le pietanze proposte al pubblico - legate alla saporita tradizione enogastronomia della Val di Chiana e realizzate completamente “in loco”- sono le protagoniste sempre più riconosciute e gradite della manifestazione.



Fonte: http://www.festamedievale.it