comuni italiani

Festa di Sant'Antonio Abate


Eventi in Italia >> Eventi Culturali

Festa di Sant'Antonio Abate

Festa di Sant'Antonio Abate

Sant' Antonio Abate, chiamato anche Sant'Antonio il Grande, Sant'Antonio del Fuoco, Sant'Antonio d'Egitto, Sant'Antonio l'Anacoreta, Sant'Antonio del Deserto, fu un eremita di origini egiziane, che venne considerato colui che fondò il monachesimo cristiano e soprattutto il primo abate.

Le famiglie di monaci che sotto la guida di un padre spirituale si consacrarono completamente al servizio di Dio furono un suo grandissimo merito. La sua vita venne raccontata e fatta conoscere ai più, dal suo discepolo Atanasio di Alessandria. Viene ricordato nel Calendario della Chiesa cattolica il 17 gennaio.

Le sue reliquie vennero traslate ad Alessandria d' Egitto, nel 561, presso la chiesa di San Giovanni. Successivamente all'occupazione araba dell'Egitto, vennero spostate a Costantinopoli. Nel XI secolo il nobile francese Jocelin de Chateau Neuf ottenne le spoglie del santo in regalo dall'Imperatore di Costantinopoli che vennero perciò portate in Francia nel Delfinato. Nel 1070 vennero portate presso il villaggio di La Motte nella chiesa di Vienne.



In occasione del Giubileo antoniano, nel gennaio 2006, le reliquie del santo hanno lasciato la città di Arles in Francia per essere ospitate nel Comune di Novoli in provincia di Lecce prima e successivamente sono state accolte nella stupenda Isola d'Ischia.

Il 20 agosto delllo stesso anno sono arrivate ad Aci Sant'Antonio (CT), in Sicilia nel quale è stata improntata una accoglienza calorosissima e una "grande festa" alla quale hanno collaborato per tutta la settimana i cittadini del comune, accogliendo i pellegrini provenienti da molte zone dell'Italia.

Nel gennaio 2007 le reliquie del Santo sono giunte a Vibonati dove sono state accolte dal Vescovo, dal parroco del paese e da tutti i cittadini di Vibonati e del golfo di Policastro. Per tutto il tempo in cui le reliquie sono state ospitate nel paese sono state organizzate celebrazioni. La Chiesa madre ha registrato la visita di moltissimi pellegrini provenienti dalla Campania, Puglia e da Basilicata e Sicilia.

All'inizio del 2008 le reliquie, lasciarono nuovamente Arles per giungere a Diano Marina (IM) dove vengono esposte per 2 settimane circa nella chiesa parrocchiale dedicata al Santo. Il 20 gennaio dello stesso anno, le reliquie vennero trasportate in solenne processione lungo le vie cittadine, alla presenza del Vescovo Mons. Mario Oliveri. Tre giorni dopo vennero riportate ad Arles.




Chiese dedicate a Sant'Antonio Abate

• La Cappella di Sant'Antonio abate a Montecucco di Cinigiano
• La Cappella di Sant'Antonio abate a Monteverdi di Civitella Paganico
• La Cappella di Sant'Antonio abate a Padula
• La Concattedrale di Sant'Antonio abate di Castelsardo
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate a Saione di Arezzo
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate e Sant'Antonio da Padova di Atessa
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Bomba
• La Chiesa di Sant'Antonio al Ponte nel comune di Bomba
• La Chiesa di Sant'Antonio abate di Cagliari
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Campagnatico
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Cervia
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Fasano
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate in Ravaldino di Forlì
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Gallarate
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate ad Alberese
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Milano
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Montalcino
• La chiesetta e l' ospedale di Sant'Antonio Abate di Montevarchi
• L' ex Chiesa di Sant'Antonio Abate di Montevarchi
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Napoli
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Parma
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Pescocostanzo
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Pietrasanta
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Pisa
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Roma
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di San Daniele del Friuli
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Sansepolcro
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Saronno
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Scanno
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Varazze
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Villa Santa Maria
• La Chiesa di Sant'Antonio Abate di Roccella Ionica




Città in cui si festeggia Sant'Antonio Abate il 17 gennaio

• Aci Sant'Antonio (CT)
• Agerola (NA)
• Alano di Piave (BL)
• Bagno (L'Aquila) (AQ)
• Bagnasco (CN)
• Belprato (BS)
• Berberino (BG)
• Bolognano (PE)
• Bolognasco (PC)
• Bolzone, frazione di Ripalta Cremasca (CR)
• Bordano (UD)
• Borgomaro (IM)
• Burgio (AG)
• Burgos (SS)
• Caliano frazione di Montoro Superiore (AV)
• Camporotondo Etneo (CT)
• Campoverde, frazione di Salò, (BS)
• Cantoni d'Oneta (BG)
• Carmiano (LE) - Compatrono
• Cassaro (SR) - Protettore
• Castelcovati (BS)
• Castelgrimaldo (MN)
• Castelsardo (SS)
• Castiglione Marittimo, frazione di Falerna (CZ)
• Casto, Brescia
• Castrofilippo (AG)
• Cicogni, frazione di Pecorara (PC)
• Cogozzo (BS)
• Colleretto Castelnuovo (TO)
• Costa Volpino (BG)
• Costermano (VR)
• Cropalati (CS)
• Decimomannu (CA)
• Desulo (NU)
• Dolceacqua (IM)
• Falasche frazione di Anzio (Roma)
• Fara Filiorum Petri (CH)
• Feletto Umberto (UD)
• Ferla (SR) - Protettore
• Fontainemore (AO)
• Fontanelle frazione di Conco (VI)
• Fornaci di Barga (LU)
• Francica (VV)
• Galluccio (CE)
• Genzano di Lucania (PZ)
• Gesso (ME)
• Idrobio (LC)
• Idrozzo (LC)
• Licodia Eubea (CT) - Compatrono
• Mele (GE)
• Misterbianco (CT)
• Montagnareale (ME) - Compatrono
• Monteforte d'Alpone (VR)
• Mottafollone (CS)
• Nicolosi (CT) - Compatrono e Protettore
• Novoli (LE)
• Ostiglia (MN) - Patrono d'inverno
• Pedara (CT) - Compatrono
• Picedo (BS)
• Pietravairano, (CE)
• Ponteccio frazione di Giuncugnano (LU)
• Ponti sul Mincio (MN)
• Posada (NU)
• Pravisdomini (PN)
• Priero (CN)
• Recoaro Terme (VI)
• Riotorto frazione di Piombino (LI)
• Roccasparvera (CN)
• Roscera (SO)
• Rosà (VI)
• La Sabina tutta
• San Cristoforo, frazione di Bobbio (PC) - Compatrono e Protettore
• San Leonardello, frazione di Giarre (CT) - Compatrono
• Santa Domenica Vittoria (ME)
• Sant'Angelo Lodigiano (LO) - Compatrono
• Sant'Antonio, frazione di Barcellona Pozzo di Gotto (ME)
• Sant'Antonio, frazione di Naso (ME)
• Sant'Antonio Abate (NA)
• Sant'Antonio della Quaderna, frazione di Medicina (BO)
• Santo Stefano Medio, frazione di Messina - Compatrono
• Silanus (NU)
• Stravino di Cavedine (TN
• Vallecrosia (IM
• Valstagna (VI)
• Valtournenche (AO)
• Veniano (CO)
• Vibonati (SA)
• Viconago (VA)
• Valmadrera (LC)
• Villa Convento (LC)
• Villa d'Agri, frazione di Marsicovetere (PZ)
• Zafferana Etnea (CT) - Compatrono
• Zinesco (PV)




Eventi per Sant'Antonio Abate



⇒ Festa di Sant'Antonio Abate a Fontainemore

Festeggiamenti in onore del Santo Patrono di Fontainemore, Sant' Antonio Abate. il sabato 17 gennaio 2017 ore 21.00 - Serata danzante e fasella (falò) e domenica alle ore 9.30 Santa Messa mentre alle ore 12:30 - Pranzo su prenotazione entro il 13/1 al n. tel. 3474441006




⇒ Festa di Sant'Antonio Abate a Lanciano

L'associazione culturale "Dalila" ogni anno festeggia Sant' Antonio Abate con una rappresentazione folcloristica articolata in diverse scene teatrali particolarmente suggestive. Oltre 30 i figuranti che interpretano Eremiti, Diavoli e diavoletti, l'Arcangelo Michele e vari angioletti, S. Antonio Giovane e Vecchio, il Barone e la Baronessa della Villa, il tentatore ricco e le tentatrici, e che, intonando canti tradizionali, presentano la storia del Santo e delle tentazioni del demonio. La rievocazione si tiene nei giorni prossimi al 17 Gennaio, in occasione della ricorrenza della morte del Santo Patrono degli animali domestici, degli eremiti, dei macellai e dei salumieri. presso il Borgo Serroni, Loc. Torre Sansone di Lanciano. In piazza, anche stand enogastronomici e di artigianato locale




⇒ La notte dei fuochi a Roseto Valfortore

Musica, piatti tipici e un intero paese illuminato dai falò: il 17 gennaio 2017, a Roseto Valfortore, si celebrerà la notte dei fuochi di Sant' Antonio Abate. Una festa che ogni anno attira centinaia di visitatori da tutta la provincia e dalla vicina Campania. Dal mattino, in ogni vicolo e piazza del borgo, saranno preparati i falò tematici che concorreranno all'assegnazione dei premi dedicati alla manifestazione. Attorno ai falò, e nello stand enogastronomico della Pro Loco con tavolini e posti a sedere, sarà possibile degustare le pietanze della tradizione rosetana. Alle ore 20, le opere in legno - ognuna ispirata a un tema che esprime un aspetto del patrimonio culturale di Roseto - cominceranno a prendere fuoco. Per l'occasione, nella centralissima Piazza Bartolomeo sarà allestita una Fiera dei Prodotti Tipici con gli stand degli artigiani e dei produttori rosetani, mentre nel cuore del borgo aprirà i battenti l'antico forno a paglia, l'unico "sopravvissuto" (e recuperato) dei 7 un tempo funzionanti, un punto di riferimento per chi vuole conoscere la storia del paese. Ad animare il borgo, riempiendolo di ritmo e musica, sarà la Contourband. Quella dedicata a Sant'Antonio è una Festa molto sentita a Roseto Valfortore, probabilmente in virtù dell'ancora forte vocazione agricola del comune. Nato nel terzo secolo dopo Cristo, vissuto per scelta in compagnia di soli animali, la fantasia contadina ha fatto di Sant'Antonio Abate un santo strettamente collegato alla vita rurale e, in particolare, alla ripresa dell'attività agraria. Tra le manifestazioni cerimoniali di cui si compone la festa, la più appariscente è sicuramente quella dell'accensione dei fuochi. Già alcuni giorni prima della ricorrenza, in paese inizia la raccolta della legna che è accumulata in grandi covoni cui viene data una forma particolare, a seconda del tema scelto dagli autori del falò. In questo modo, la preparazione dei fuochi diventa un lavoro collettivo, aggregante e creativo.




⇒ Falò di Sant'Antonio a Castiglione Olona

IL 17 gennaio 2017 a Castiglione Olona Area Mercato Falò di Sant'Antonio c/o Area Mercato Castiglione Olona - Benedizione degli animali e Falò




⇒ Festa di Sant'Antonio Abate a Trasacco (AQ)

Da alcuni anni si è affermata a Trasacco l'usanza delle "cottore" (grossi caldai). In prossimità della festa si costituiscono comitati cittadini che si preocupano di preparare le "cottore" per la cottura dei "cicirocchi" (granturco bollito) che sarà distribuito gratuitamente insieme alle tradizionali "panette". Nel pomeriggio il parroco del paese visita le cottore per la benedizione e si rappresenta la tradizionale sceneggiata "mascaritte" che rievoca le tentazioni di Sant'Antonio e la sua lotta contro il demonio. A sera si svolge la gara podistica "cottore sotto le stelle" che visita tutte le cottore del paese. Fino a tarda notte vengono distribuiti dolci, bevande e piatti tipici a tutti i presenti alla manifestazione. .