comuni italiani

Esof 2017 Euroscience Open


Piemonte >>

Esof 2017 Euroscience Open Forum a Torino




ESOF 2010

Torino sarà la "Città Europea della Scienza 2010" dal 2 al 7 luglio.

Torino è stata scelta per ospitare lo Euroscience Open Forum – ESOF 2010, dopo una serrata competizione con le città di Copenhagen, Parigi e Wroclaw (Breslavia). Torino sarà dunque la “Città Europea della Scienza” nel 2010.

ESOF è un meeting europeo, con cadenza biennale, dedicato alla ricerca e all’innovazione scientifiche ideato e promosso da Euroscience, organizzazione, con sede a Strasburgo, che riunisce scienziati di 40 Paesi europei.

La prima edizione di ESOF si è svolta a Stoccolma nel 2004, mentre quella del 2006 è stata ospitata dal Deutsches Museum di Monaco di Baviera. La prossima edizione di ESOF si terrà a Barcellona, dal 18 al 22 luglio 2008.




La candidatura di Torino è stata promossa dalla Compagnia di San Paolo, da CentroScienza Onlus e dal Centro Agorà Scienza dell’Università di Torino e ha ricevuto l’immediato sostegno di un ampio “gruppo locale” che comprende le istituzioni – Comune di Torino, Provincia di Torino, Regione Piemonte –, gli atenei, centri di ricerca, imprese, associazioni. Numerosi enti nazionali hanno, inoltre, già espresso il loro interesse a contribuire alla preparazione di ESOF 2017 a Torino.

Il “gruppo locale” ha partecipato in modo attivo ed entusiasta alla preparazione del dossier di candidatura – della cui redazione finale si è incaricata ITP. La presentazione ufficiale delle candidature all’ESOF Governance Committee è avvenuta, da parte delle quattro città candidate, il 26-27 gennaio scorsi a Parigi.

Il Comitato organizzatore locale è presieduto dall’ESOF Champion, che deve essere una figura di spicco del mondo accademico, attento alla dimensione europea della scienza: a guidare quello di Torino è Enrico Predazzi, ordinario di Fisica teorica della Facoltà di Scienze dell’Università di Torino. La candidatura di Torino ha inoltre potuto contare su un Chairman Onorario di eccezione, quale Sir Harold Kroto, Premio Nobel per la Chimica 1996.

Peter Tindemans, presidente del Selection Committee, ha commentato che “tutte e quattro le città candidate hanno presentato proposte convincenti per ospitare il principale meeting europeo sulla scienza, tuttavia Torino ha convinto il Comitato che i suoi programmi garantiranno le maggiori opportunità per allargare a tutta l’Europa il dialogo tra i cittadini europei e la comunità della ricerca”.

Lo Euroscience Open Forum 2010 si terrà al Lingotto di Torino, dal 2 al 7 luglio: un luogo che – come sottolinea Euroscience – “simbolizza i legami tra scienza, industria e design”. Ma sarà tutta la città a essere protagonista dell’evento, con un programma che coinvolgerà i principali enti, istituzioni e centri scientifici, tecnologici e culturali.

ESOF consiste, infatti, di due parti principali: la conferenza e un programma esterno (outreach programme), che include eventi e manifestazioni nella città ospitante. A questi si aggiungono una esposizione, eventi sociali ed eventi collaterali, per un totale di oltre un centinaio di appuntamenti concentrati in pochi giorni.

Il budget ipotizzato per la manifestazione del 2010 è di circa 3,5 milioni di euro, il 50% del quale deve provenire dall’organizzazione promotrice e da altri enti della nazione ospitante, mentre la restante parte proviene da contributi di organizzazioni europee o di altri paesi.

La candidatura di Torino per ESOF 2010, incardinata sul motto Passion for Science, ha messo in primo piano la tradizione e l’esperienza di una città-laboratorio capitale scientifica e industriale, il suo impegno pluriennale nel diffondere la scienza tra i cittadini, la capacità di saper proporre uno sguardo attento al mondo più giovane e creativo e l’esperienza e le opportunità offerte dal successo dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali del 2006.

Particolare risalto è stato dato alla opportunità innovativa di accedere da tutto il mondo ai lavori della manifestazione attraverso Web ESOF, che consentirà lo streaming delle conferenze in tempo reale, la possibilità di interventi via e-mail o videoconferenza, la messa a disposizione di tutto il materiale della conferenza, scaricabile da dovunque da chiunque.

Enrico Predazzi – che come ESOF Champion entra a far parte dello Steering Committee di ESOF2008 – ha tenuto, infine, a sottolineare che “Torino sarà lieta di collaborare strettamente con Barcellona sia per beneficiare della loro esperienza e del loro entusiasmo nella organizzazione di ESOF2008 sia per rafforzare ulteriormente i legami scientifici e culturali tra le due città”.